L'accesso ai contenuti del DVD Ŕ stato articolato in 4 sezioni tra loro correlate: esplorazione, storia, culti e iconografia.

La sezione ESPLORAZIONE offre un'ampia panoramica sui monumenti delle cittÓ antiche di Agrigento e Eraclea Minoa. Tre sono i modi di accesso alle singole aree tematiche: una modalitÓ contestuale attraverso una barra di navigazione nella zona inferiore dell'interfaccia; una modalitÓ lista dei monumenti, raggiungibile tramite un men¨ a tendina a destra, immediatamente al di sopra della barra di navigazione; infine una modalitÓ spaziale attraverso una veduta in 3D a volo d'uccello sulla cittÓ antica, sovrapposta ad una immagine tratta dall'aereofotogrammetria moderna del territorio e rielaborata in modo da eliminare tutte le presenze moderne. Passando con il mouse sulla ricostruzione, si accede alle diverse aree della cittÓ antica, della quale Ŕ stata ricostruita anche l'intera cinta muraria.

Dalla scala di visualizzazione cittÓ-provincia, un pulsante di navigazione permette di passare alla scala regionale [Sicilia], con sezioni dedicate alle cittÓ che sono state in relazione pi¨ stretta con Agrigento: Siracusa, Himera, Selinunte, Gela - madre patria di Agrigento - ed Eraclea Minoa La sezione STORIA contiene le schede relative alle vicende e alla vita della cittÓ. Le schede sono correlate ai monumenti e alle aree visualizzate nella sezione Esplorazione: per esempio, se stiamo visitando il Tempio della Concordia nella sezione Esplorazione, accedendo alla sezione Storia si aprirÓ la scheda relativa al periodo in cui il tempio stesso fu edificato.

La sezione CULTI include delle schede sintetiche sulle divinitÓ a cui erano dedicati i templi e le aree sacre della cittÓ, appunto i culti di Akragas. Anche queste schede, come quelle storiche, sono correlate a quelle dell'Esplorazione. Se, quindi, stiamo esaminando la scheda relativa all'Olimpieion, la sezione Culti ci mostrerÓ la scheda relativa a Zeus, la sua iconografia classica e i legami con le altre divinitÓ.

La sezione ICONOGRAFIA Ŕ costituita da un'ampia raccolta di tavole tratte dalle principali opere di viaggiatori e studiosi che nel XVIII-XIX sec. si sono occupati della Sicilia ed in particolare di Agrigento: fra gli altri il Pancrazi, il Sain-Non e il Duca di Serradifalco. Le tavole sono divise per monumenti e sono correlate anch'esse al monumento visualizzato nella sezione Esplorazione.